sabato 4 gennaio 2014

Nuova vita per lo Sparviero


Dopo dieci anni Patrick Cothias ai testi e André Juillard ai disegni tornano a raccontare le avventure di Ariane di Troil nella Terza Epoca de Le Sette vite dello Sparviero. Sono invece passati 15 anni per la nostra eroina, come recita il titolo del nuovo album (Quinze ans après) disponibile in originale dal 10 Gennaio 2014, in ritardo sulla pubblicazione prevista nel Dicembre 2013 per essere disponibile sotto l'albero di Natale. Quando in Italia? Speriamo presto!



Ariane rientra dal lungo viaggio sul continente americano, narrato nei quattro album di Piume al vento, ma deve lasciare Parigi in attesa che si calmino le acque dopo un duello. A Fougy scopre che la figlia Ninon è sopravvissuta e insieme ai suoi compagni parte alla sua ricerca....Comincia così questo nuovo ciclo che aggiunge nuovi capitoli al grandioso affresco concepito da Cothias in oltre cinquanta albi e numerose serie. Juillard ne ha disegnato una parte, a cominciare dai primi episodi di Masquerouge pubblicati negli anni 80 su Pif, proseguendo nei sette tomi de Le Sette Vite dello Sparviero, e nei quatto di Piume al Vento.


L'autore al tavolo da disegno
Questi fortunati album sono stati più volte ristampati in originale, arricchiti ogni volta da nuove copertine.






Anche in Italia il successo della prima serie ha determinato numerose ristampe, tutte di ottima qualità. Dopo la prima avventura apparsa sulla rivista Orient Express, tutti i sette tomi sono stati pubblicati nella collana Avventure nella storia di Glenat Italia, poi nella Collana Random dell'Editrice Lizard e recentemente in due volumi di Historica di Mondadori Comics.

A questa serie culto dedicheremo molto più spazio prossimamente.

Aggiungiamo il clin d'oeil che si trova nel primo episodio di Piume al Vento, segnalato da Dany Yellow nel suo commento.




3 commenti:

Dany Yellow ha detto...

Vi devo ringraziare ! Avevo sottovalutato il capolavoro di Cothias e André Juillard ... Dopo una prima lettura su Orient Express e qualche tomo della Glenat l'avevo sepolto in un inconsapevole dimenticatoio... Grazie a voi ho scoperto di avere tutta la saga in casa, pubblicata su Historica, che come buon collezionista acquisto ma non leggo spesso :-) In due giorni mi sono rifatto del trentennio perduto.. ancora grazie per il vostro blog.... PS ho le traveggole o a pagina 51 del tomo 13 Piuma al vento ci sono Tin Tin e Haddock?

Zona Bedé ha detto...

Non si preoccupi: non ha le traveggole, anzi la sua vista è più che buona. Il clin d'oeil da lei scoperto lo aggiungiamo in coda al post.
Grazie

Anonimo ha detto...

peccato non poter godere di una bella edizione de '' il giullare del re '' grande affresco narrativo del grande cothias . basato sul figlio del re inconsapevole di esserlo e dei complotti di corte per distruggerlo o proteggerlo , il tutto in una cornice storica assolutamente affascinante . in realta' c'e' una edizione dell'opera in questione , ma stiamo parlando dell'eura le cui stampe sono a dire poco orride e penose .
e' veramente penoso non goderne in un edizione quale ''historica '' .
una occasione mancata .