mercoledì 14 ottobre 2015

Yoko Tsuno l'integrale


Dopo Alix adesso è la volta di un altro personaggio della Linea Chiara belga, agognato dai lettori bedefili italiani, si tratta di Yoko Tsuno, la giovane giapponese ingegnera elettronica specializzata in trasmissioni televisive creata da Roger Leloup nel 1970 per il settimanale Spirou.

L’idea vincente di Leloup è di aver creato un personaggio femminile che potesse piacere sia ai ragazzi che alle ragazze.


Nona Arte Bedé ha pubblicato il primo di otto volumi dell’integrale, intitolato Dalla terra a Vania. Il volume, godibile, contiene il primo, il terzo e il sesto episodio. Dopo la discutibile scelta di una scaletta poco comprensibile e poco rispettosa della cronologia realizzata da Martin, da parte di Mondadori Comics per la serie culto di Alix, anche per Yoko Tsuno avremo una presentazione non cronologica.


Vero è che questi tre episodi sono strettamente collegati fra di loro, costituendo un ciclo su Vinea, una civiltà aliena impiantatasi sotto la superficie terrestre in tempi remoti. Ma in questo caso la scelta è stata obbligata in quanto il volume è una coedizione e riproduce fedelmente quello della Dupuis.


Roger Leloup è uno degli autori mito che ha collaborato con Jacques Martin e Hergé nei famosi Studios Hergé. Grande appassionato di aerei e trasporti ferroviari, ha saputo sfruttare con intelligenza questa sua passione.


Nel 1950 incontra Martin, che cerca un aiutante, e diviene il suo assistente sulle storie di Alix a partire da L’Ile maudite e di Lefranc. Quando nel 1953 Martin è cooptato da Hergé nei suoi Studios, Leloup lo segue entrando nel famoso atelier belga, divenendo in breve l’esperto nei disegni meccanici, tanto da disegnare le celebri figurine della serie Voir et Savoir sull’aviazione e sull’automobile.

Dal 1954 al 1957 sul settimanale belga realizza delle schede tecniche su treni e aerei.
I suoi contributi alle storie di Tintin vanno da L’Affaire Tournesol all’aereo di Carreidas fino al rifacimento dei mezzi meccanici per la nuova edizione dell’Ile noire.
Nel settembre 1970 Dupuis gli pubblica il primo episodio della sua eroina Yoko Tsuno. Da allora a oggi ne sono usciti 27 episodi.


Dai tre episodi contenuti nel volume si evince una grande passione dell’autore per la fantascienza e forse i testi sono troppo pieni di spiegazioni scientifiche che appesantiscono la lettura e lo svolgersi delle azioni illustrate. Il disegno di Leloup è preciso, anche troppo, nella riproduzione di astronavi, motori e marchingegni futuristici.


I primi diciotto episodi della bella giapponesina sono stati tradotti sul Messaggero dei Ragazzi dal 1973 al 1992. Il primo è stato riprodotto anche da Alessandro Distribuzioni nel 1990 e uno delle storie brevi raccolte nel quarto cartonato è stato pubblicato su Exploit Comics n.33 del 1984.


I volumi degli integrali già usciti in francese sono otto e ognuno pubblica tre episodi. Il nono che completerà la collana è previsto per il 2016, visto che l’ultima avventura, la ventisettesima, è uscita nel giugno 2015. Il completamento dell’edizione italiana vedrà, ovviamente, tempi più lunghi.


Album Dupuis

1 - Le trio de l'étrange (1972)
2 - L'orgue du diable (1973)
3 - La forge de Vulcain (1973)
4 - Aventures électroniques (1974)
5 - Message pour l'éternité (1975)
6 - Les 3 soleils de Vinéa (1976)
7 - La frontière de la vie (1977)
8 - Les titans (1978)
9 - La fille du vent (1979)
10 - La lumière d'Ixo (1980)
11 - La spirale du temps (1981)
12 - La proie et l'ombre (1982)
13 - Les archanges de Vinéa (1983)
14 - Le feu de Wotan (1984)
15 - Le canon de Kra (1985)
16 - Le dragon de Hong Kong (1986)
17 - Le matin du monde (1988)
18 - Les exilés de Kifa (1991)
19 - L'or du Rhin (1993)
20 - L'astrologue de Bruges (1994)
21 - La porte des âmes (1996)
22 - La jonque céleste (1998)
23 - La pagode des brumes (2001)
24 - Le septième code (2005)
25 - La servante de Lucifer (2010)
26 - Le Maléfice de l'améthyste (2012)
27 -  Le Secret de Khâny (2015)

Piano di pubblicazione degli integrali Dupuis


1 - De la Terre à Vinéa (2006)
          episodi 1, 3 e 6


2 - Aventures allemandes (2006)
          episodi 2, 7 e 14


3 - A la poursuite du temps (2007)
          episodi 11, 17 e 20


4 - Vinéa en péril (2007)
          episodi 8, 10 e 13


5 - Sous le ciel de Chine (2008)
          episodi 16, 22 e 23


6 - Robots d'ici et d'ailleurs (2008)
          episodi 4, 18 e 21


7 - Sombres complots (2009)
          episodi 9, 12 e 19


8 - Menaces pour la terre (2009)
          episodi 5, 15 e 24


9 - (2016)
          episodi 25, 26 e 27

4 commenti:

Dany Yellow ha detto...

per stavolta non faccio polemiche sulla cronologia :-) sono felice e basta :-D

LUIGI BICCO ha detto...

Meraviglioso. Brava NonaArte. Pur se fuori cronologia, mi pare di capire che la scelta dei numeri da raccogliere nei vari volumi sia stata fatta dalla Dupuis con un criterio rispettabilissimo.

Leonardo ha detto...

Ho acquistato oggi 11 feb. 2017 tutti i numeri al momento disponibili, ovvero il n. 1 - 2 - 5 nel mese di giugno 2017 dovrebbe uscire il numero 4, non comprendo perchè vengono saltati i numeri per essere proposti successivamente. Prima di procedere all' acquisto ho atteso che uscissero un pò di numeri, per non rischiare di rimanere con il primo numero tra le mani e vedere l'annullamento della pubblicazione dei rimanenti volumi, rimane comunque l' ansia per l' interruzione delle pubblicazioni, le avventure di Yoko sono bellissime, ma pesa il fatto che a molti risultano sconosciute, quindi un fumetto di nicchia. Saluti.

ZonaBeDé ha detto...

Il mercato italiano non è così ampio da reggere la cadenza delle prime edizioni franco-belghe, soprattutto per personaggi da noi poco noti come Yoko Tsuno. Inoltre questa integrale è stampata in coedizione quindi l'edizione italiana deve uscire in contemporanea con una stampa del volume. I volumi saltati possono essere recuperati alle ristampe successive. Non essendo l'integrale di Yoko Tsuno una cronologica (i diversi episodi autoconclusivi sono riuniti a tema) una pubblicazione non in rigoroso ordine non penalizza la serie. Inoltre l'editore italiano ha dichiarato di essere intenzionato a pubblicare tutti i volumi, anche se con una cadenza meno fitta dell'edizione originale. Secondo noi c'è da fidarsi.