giovedì 17 luglio 2014

Quando André non era ancora Franquin!


È uscito il volume Spirou e Fantasio Gli inizi di un genio, terzo dell’integrale proposta da Lineachiara, divisione editoriale della RW Edizioni. In realtà, rispetto alle storie pubblicate è il primo in ordine cronologico perché riguarda la riedizione delle prime avventure disegnate da André Franquin dal 1946 al 1950, pubblicate in L'héritage e Radar le robotdue volumi Hors série, e negli album Quatre aventures de Spirou et Fantasio e Les chapeaux noirs della serie regolare. Praticamente il debutto professionale del grande umorista belga.


Il corposo redazionale redatto da Patrick Pinchart e Thierry Martens illustra gli esordi grafici del bambino André e poi, molto più interessante per i lettori, ripercorre la famosa esperienza lavorativa presso lo studio di animazione CBA. Lì, infatti, Franquin incontra Eddy Paape, Morris e Peyo, subito prima di essere accolto insieme a loro nella grande famiglia Dupuis sotto l’ala protettrice di Joseph Gillain, in arte Jijé, one man band del settimanale Le Journal de Spirou.


Resosi conto delle capacità del giovane André, Jijé gli affida Spirou et Fantasio. E il delizioso volume presenta i primi racconti con un irriconoscibile Fantasio; si tratta di storielline semplici, improvvisate, brevi, senza nessuna pretesa se non quella di far sorridere il giovane lettore e ancora lungi dal possedere il fascino delle intriganti storie successive, ma importanti per capire l’evoluzione e la straordinaria maestria grafica raggiunta da Franquin.
Sono presenti nel volume anche le tavole autoconclusive, pubblicate in quel periodo sulla copertina del settimanale perché, per volontà dell’editore o del caporedattore, il protagonista che dava il nome al periodico doveva essere sempre presente sulla prima pagina.
Elenco dei racconti:


--  Il tank
Le Tank (Almanach Spirou 1947)
Album Hors série 1 - L'héritage (Dupuis 1976)

--  La casa prefabbricata
La maison préfabriqée (Spirou dal n.423 al n.442 del 1946)
Album Hors série 2 - Radar le robot (Dupuis 1976)

Franquin subentra a Jijé dalla 49 vignetta.
In due vignette di pagina 37 Spirou, credendo morto l’amico Fantasio, mette su un tavolo un suo ritratto incorniciato dove si vede la firma di Jijé, omaggio scherzoso al maestro. L’ultima vignetta di pagina 38 del volume Lineachiara presenta un personaggio di un sarto, ridisegnato in epoca successiva da Franquin, (vignetta originale visibile sul sito http://spirou.peuleux.eu/albums/album_hs2.htm#maison): originariamente l’autore aveva disegnato una caricatura di ebreo secondo la propaganda nazista dell’epoca, poi, vergognatosi, ha ridisegnato il personaggio, un poco come ha fatto Hergé con Tintin, anche se in questo caso è evidente lo stile differente fra Fantasio e il sarto.


--  L’eredità
L’heritage (Spirou dal n.453 del 1946 al n.491 del 1947)
Album Hors série 1 - L'héritage (Dupuis 1976)

--  Radar il robot
Radar le robot (Spirou dal n.496 del 1946 al n.521 del 1948)
Album Hors série 2 - Radar le robot (Dupuis 1976)

Si nota una certa violenza del giovane Spirou, poi eliminata dall’autore nelle storie successive.


--  Spirou e il progetto del robot
Spirou et les plans du robot (Spirou dal n.522 al n.540 del 1948)
album 1 - 4 aventures de Spirou et Fantasio (Dupuis 1950)

Seguito del precedente episodio.


6 Spirou sul ring
Spirou sur le ring (Spirou dal n.541 del 1948 al n.566 del 1949)
album 1 - 4 aventures de Spirou et Fantasio (Dupuis 1950)

Fin dalla prima vignette di questo episodio compare un protagonista bambino di nome Maurice, che altri non è che Morris, l’autore di Lucky Luke, grande amico di Franquin!


7  Spirou va a cavallo
Spirou fait du cheval (Spirou dal n.567 al n.564 del 1949)
album 1 - 4 aventures de Spirou et Fantasio (Dupuis 1950)

Il cavallo in questione assomiglia a Jolly Jumper, un altro omaggio a Morris?


--  Spirou tra i pigmei
Spirou chez les Pygmées (Spirou dal n.589 del 1949 al n.616 del 1950)
album 1 - 4 aventures de Spirou et Fantasio (Dupuis 1950)

 - I cappelli neri
Les Chapeaux noirs (Spirou dal n.617 al n.635 del 1950)
Album 3 - Les chapeaux noirs (Dupuis 1952)

Storia, forse, ispirata dal viaggio effettuato negli Stati Uniti con Morris e Jijé.


--  Mistero alla frontiera
Mystère à la frontière (Spirou dal n.636 al n.652 del 1950)
Album 3 - Les chapeaux noirs (Dupuis 1952)

I precedenti due volumi dell’integrale sono Viaggi intorno al mondo (1952-1954) e Il mitico Zorglub (1959-1960). Assolutamente imperdibili anche questi!!!

6 commenti:

Max Bruni ha detto...

Buongiorno, desidero richiamare l'attenzione sui redazionali del Sig. Licari negli albi di Ric Roland, perché ogni tanto contengono affermazioni inesatte. Questa settimana è toccato a Chick Bill, che il l supervisore editoriale RCS fa iniziare nel 1965, quando usciva il 20° episodio. In realtà il personaggio western di Tibet iniziò nel 1953 sul settimanale Junior prima di traslocare su Tintin. Vorrei esortare, senza malizia, l'autore dei redazionali a consultare siti sul web, saggi franco-belgi o interpellare esperti in materia per verificare quel che scrive prima di pubblicare simili cose!
Secondo voi, nel personaggio del farmacista Lefévre, presente nell'episodio di questa settimana, si potrebbero ravvisare le fattezze di Morris, autore di Lucky Luke? Il farfallino c'è, i capelli biondi, radi e all'indietro ci sono e anche gli occhiali tondi. Che ne dite?

Max Bruni ha detto...

Devo chiedere scusa al sig. Licari per il mio precedente messaggio, in effetti nel redazionale lui si riferisce alla collaborazione di Duchateau con Tibet per Chick Bill. Però non nel 1965, come da lui indicato, bensì nel 1964 per 36 Etoiles, apparso dal n.11 al 40 di Tintin di quell'anno e pubblicato in album nel 1967 nella Collection Jeune Europe! A Cesare quel che è di Cesare!

Andrea ha detto...

Perché l'integrale italiana non segue l'effettivo ordine cronologico della serie? E perché manca stavolta il riferimento agli anni sulla costola dello splendido volume? Grazie a Lineachiara per le belle pubblicazioni

Rex ha detto...

Com'è il volume con gli esordi di Fran?

Interessa solo i fanatici di Spirou o contiene storie veramente belle?

Sono brevissime o lunghe?

I primi due volumi mi sono piaciuti abbastanza, questo non so se acquistarlo...

Max Bruni ha detto...

Non sono le storie della maturità, ma, secondo me, se uno vuole l'integrale deve avere anche le prime storie, pur se non proprio all'altezza delle successive, veri capolavori.

fortunato ha detto...

@Andrea
Il pubblico italiano difficilmente ricorda Spirù (tanto e vero che la RW ha lasciato la grafia francese Spirou).
Partire cronologicamente dalle prime storie, sarà sembrato azzardato (e non so dare torto).
Speriamo, comunque, che questa ristampa riesca a portare una volta per tutte in Italia questo personaggio al posto che gli compete per motivi storici e di qualità.