sabato 27 settembre 2014

Doppio finale per Ric Roland


Alla fine del 1970, Tibet fu ricoverato d’urgenza in ospedale purtroppo vittima di un infarto. In quel periodo il simpatico disegnatore belga stava per ultimare la quattordicesima storia del suo giornalista-poliziotto: Ric Hochet contre le bourreau. Per non interrompere la pubblicazione settimanale sulla rivista Tintin, la direzione del giornale decise di affidare a Christian Denayer, all’epoca assistente di Tibet, il compito di portare a termine l’episodio. Denayer non se lo fece dire due volte, accettò l’incarico e, con le pagine rimanenti della sceneggiatura scritta da André-Paul Duchâteau, disegnò le ultime quattro tavole della storia. (Tintin ed. belga n.50 e 51 del 1970). Il risultato, per quanto apprezzabile, era comunque lontano dallo stile inconfondibile del disegnatore titolare. Così, un anno più tardi, per l’uscita in album della storia, Tibet, finalmente ristabilitosi, decise di ridisegnare completamente le quattro «planches» in questione per rendere il prodotto più omogeneo dal punto di vista grafico e per venire incontro alle richieste dei lettori più attenti che, notata la differenza, avevano scritto alla redazione della celebre rivista chiedendo spiegazioni.

In un’intervista rilasciata in seguito, l’autore belga ebbe a dire: «… Denayer è stato molto gentile e coraggioso, ha fatto quello che poteva seguendo scrupolosamente il testo di Duchâteau. Lavorare ai propri personaggi è un impegno non facile, ma riprendere improvvisamente quelli di altri è ancora più ostico ... mi tolgo tanto di cappello! …»



L’edizione italiana de La trappola del “boia” (Albi Ardimento anno III  n. 5 1971), precedendo l’uscita del volume francese che avvenne solo nel mese di febbraio del 1972, fu pubblicata inevitabilmente con il lavoro di Denayer. Gli appassionati del personaggio, con la nuova stampa nella Collana Giallo della Gazzetta dello Sport n. 17, in edicola il  30 settembre, potranno finalmente apprezzare la versione «all-Tibet» finora inedita. 

Attenzione:
Le due versioni delle quattro tavole dell'avventura raccontano, ovviamente il finale della storia. Se ne consiglia la visione solo dopo averla letta!

  

Ric Hochet contre le bourreau

Tintin ed.belga dal n.31 al n.71 del 1970

album Éditions du Lombard, 1972


La trappola del boia

Albi Ardimento anno III  n. 5 del 1971


disegni di Denayer

 




 

Il tranello del boia

Collana Giallo della Gazzetta dello Sport n. 17 del 2014


disegni di Tibet 





2 commenti:

Dany Yellow ha detto...

finalmente.... io avevo sempre pensato che fosse stata una delle tante manomissioni perpetrate dagli albi ardimento.... :-)

Anonimo ha detto...

la manomissione (gravissima) era stato tagliare ben 4 tavole della storia.
Roberto