venerdì 28 luglio 2017

Perché ho ucciso Jean-Pierre Vaillant...


Così s’intitola l’intervista fatta a Philippe Graton, figlio del noto creatore di Michel Vaillant, apparsa sull’ultimo numero di Casemate, quello di Luglio- Agosto 2017.


Non c’è dubbio che la morte di un personaggio così presente e fondamentale in tutta la lunga saga del pilota di Formula 1 lascia sorpresi per non dire sconvolti. Molti si sono chiesti i motivi di una scelta così drastica in una bédé dove le dinamiche della famiglia Vaillant sono un elemento costituente e imprescindibile delle storie.


Lasciata nel dubbio nella tavola conclusiva del quarto episodio, Collasso, la scomparsa di Jean-Pierre è divenuta definitiva in Ribellione, sesto capitolo delle Nuove avventure di Michel Vaillant.


Come dice Philippe Graton in questa intervista, proseguire le storie era divenuto un compito sempre più faticoso, per più motivi. La squadra creata per affiancare il padre negli ultimi anni aveva perso lo smalto da quando Jean Graton aveva del tutto abbandonato ogni coinvolgimento alla realizzazione. Lo stesso Philippe Graton era stato sempre più preso in compiti gestionali nella casa editrice creata dal padre, sopraffatto da contratti, magazzino, tipografie, campagne promozionali, ecc…

Philippe Graton

Oltre a rimpolpare la squadra con l’arrivo di Denis Lapiére, uno sceneggiatore gia affermato, si è così ritenuto che fosse necessario dare uno scossone alle storie, per tornare alla linfa vitale degli inizi, anche se pienamente calata nella mutata realtà dell’automobile nel terzo millennio. Tutti i protagonisti della saga, Jean-Pierre in testa, e soprattutto Henri Vaillant e Françoise, erano ormai diventati degli industriali le cui vicende faticavano ad appassionare i lettori come gli epici duelli sulle piste e sulle strade del mondo.


Qualche ripensamento è però sopraggiunto dopo il drammatico volo dell’auto di Jean-Pierre alla fine di Collasso. Quando Jean Graton aveva ceduto totalmente il timone a Philippe, aveva detto al figlio: “Sorprendimi!”. E di fronte al tragico sviluppo della saga, aveva esclamato: “Eccomi servito!”.  Davanti a questa reazione, e soprattutto a quella di tantissimi affezionati lettori, Philippe si è preso il tempo di rifletterci su, protraendo la definitiva scomparsa del fratello di Michel Vaillant per un paio di albi, sino a Ribellione, come a voler dare a tutti, forse anche a se stesso, il tempo di rielaborare il dramma.

Marc Bourgne


I dati di vendita delle Nuove avventure di Michel Vaillant sul mercato francofono sono incoraggianti, le vendite medie sono di 5.000-10.000 copie superiori a quelle degli ultimi episodi della vecchia serie. Questo grazie anche a un accordo con le edizioni Dupuis, che adesso gestiscono l’edizione, la distribuzione e la commercializzazione degli albi, sollevando Philippe Graton dai compiti che l’avevano allontanato dalla cura del più famoso pilota di Formula 1 della bédé.


Michel Vaillant – Nouvelle saison
di Philippe Graton e  Denis Lapierre (testi) e Marc Bourgne e Benjamin Benéteau (disegni)


1 - Au nom du fils (Graton, 2012)

- Nel nome del figlio
Le storie di Michel Vaillant 71, La Gazzetta dello Sport 2014

2 - Voltage (Graton, 2013)


- Tensione
Le storie di Michel Vaillant 71, La Gazzetta dello Sport 2014

3 - Liaison dangereuse (Graton, 2014)


- Relazione pericolosa
Michel Vaillant nuova serie 3, Nona Arte 2015

4 - Collapsus (Graton, 2015)


- Collasso
Michel Vaillant nuova serie 4, Nona Arte 2015

5 - Renaissance (Graton, 2016)


- Rinascita
Michel Vaillant nuova serie 5, Nona Arte 2016

6 - Rébellion (Graton, 2017)


- Ribellione
Michel Vaillant nuova serie 6, Nona Arte 2017


1 commento:

Pierpaolo Ghisetti ha detto...

tutto prima o poi deve finire: che il nostro inossidabile MV e le sue avventure si stiano avviando alla conclusione?