venerdì 27 aprile 2018

Un distillato di gran classe di nome Blacksad


Prendete uno shaker, versate dentro un terzo di Alack Sinner di José Muñoz e Carlos Sampayo, un terzo di Ispettore Canardo di Benoît Sokal, un terzo di Nestor Burma di Leo Malet e Jacques Tardi, aggiungete qualche goccia di Corto Maltese di Hugo Pratt e di Philip Marlowe di Raymond Chandler, acqua tonica e lime a volontà, agitate il tutto e riempite il bicchiere mettendo due foglie di menta piperita.



A questo punto sedetevi comodamente e gustatevi un drink rinfrescante. Come si chiama? Si tratta di Blacksad, naturalmente, un distillato di gran classe prodotto


dalla premiata ditta del disegnatore granadino Juanjo Guarnido


e dello scrittore madrileno Juan Diaz Canales per la distilleria Dargaud. Guarnido ha lavorato per lo Studio di animazione Disney francese nel cartone animato (se così si può ancora definire questo genere di film) Tarzan. Canales, invece, ha scritto il seguito di Corto Maltese e scusate se è poco. C’è un progetto di un film d’animazione su Blacksad, oltre a un videogioco, motivi per cui i nostri due autori hanno rallentato, purtroppo, la realizzazione del seguito del felino detective.


Premiata nel vero senso della parola perché questa bedé ha ottenuto numerosi premi in tutto il mondo, in Svizzera, ad Angoulême, l’Eisner Awards a San Diego e l’Harvey Awards a New York e anche in Messico e Spagna.


John Blacksad, un gatto nero antropomorfico, detective privato nella New York degli Anni Cinquanta, è protagonista di un polar divenuto ormai un hit nelle vendite in Francia e nei paesi di lingua spagnola (Spagna e Messico in testa). Le trame sono basate sui romanzi del genere hardboiled e sui film noir americani. Dal secondo episodio il detective incontra una spalla, la faina Weekly, e diventa amico dell’ commissario di polizia Smirnov, un pastore tedesco..


Ogni episodio ha un filo conduttore. Il primo è sui potenti uomini d’affari che si credono al di sopra della legge.


Il secondo sul razzismo di una setta, la Artic Nation, sul genere del Ku Klux Klan.


Il terzo sulla paura comunista che attanagliò gli USA in quegli anni, con conseguente caccia alla streghe instaurata dal maccartismo.


Il quarto sul mondo degli artisti “maledetti” del jazz a New Orleans.


L’ultimo è dedicato agli scrittori della beat generation on the road e al mondo del circo. Su tutte c’è questa figura di detective, integerrimo, duro e romantico, ma disponibile a scendere a patti per il bene dei più deboli. Un perdente? Sicuramente, ma piace anche per questo.


I premi ottenuti in tutto il mondo sono ampiamente meritati e giustificati dalla bellezza pittorica delle tavole di Guarnido. In alcune raggiunge vette artistiche da vero virtuoso. Ma il punto forte delle storie è la caratterizzazione dei vari personaggi, un’umanità varia e dolente assolutamente credibile.

Il suo mondo antropomorfico, ben dettagliato (ogni personaggio è un piccolo capolavoro) e riccamente colorato ricorda, in qualche modo, quello del fantasy De cape et de crocs di Alain Ayroles e Jean-Luc Masbou, di cui sono usciti dodici episodi dal 1995 a oggi con traduzione solo dei primi quattro nelle Edizioni BD,

e il delicato Le vent dans le saules di Michel Plessix (4 volumi tradotti dal 1996 al 2001 da Magic Press e su Il Giornalino), ambedue editi da Delcourt.


Blacksad è stato tradotto dalla Lizard, che ha pubblicato i cinque volumi della serie. Ora è uscito un volume edito dalla Rizzoli-Lizard con l’integrale. Una bedé imperdibile!



album Dargaud 2000
Blacksad l’intègrale, Dargaud 2014

- Da qualche parte fra le ombre
Blacksad 3, Lizard-Rizzoli 2001
Blacksad Integrale, Lizard-Rizzoli 2017


album Dargaud 2003       
Blacksad l’intègrale, Dargaud 2014

Blacksad 3, Lizard-Rizzoli 2003
Blacksad Integrale, Lizard-Rizzoli 2017


album Dargaud 2005       
Blacksad l’intègrale, Dargaud 2014

- Anima rossa
Blacksad 3, Lizard-Rizzoli 2005
Blacksad Integrale, Lizard-Rizzoli 2017



4 - Enfer, le silence
album Dargaud 2010       
Blacksad l’intègrale, Dargaud 2014

L’inferno
Blacksad 4, Lizard-Rizzoli 2010
Blacksad Integrale, Lizard-Rizzoli 2017


5 - Amarillo
album Dargaud 2013
Blacksad l’intègrale, Dargaud 2014

- Amarillo
Blacksad 5, Lizard-Rizzoli 2014
Blacksad Integrale, Lizard-Rizzoli 2017

album Dargaud 2001
         
- I retroscena dell'inchiesta... Blacksad
volume Edizioni Lizard 2004


2 commenti:

Keyser Söze ha detto...

Non Alan Sinner, ma Alack! ;)

ZonaBeDé ha detto...

Ovvio! Grazie :-)